Come Conservare i Fiori Recisi

I fiori sono bellissimi e danno colore e gioia alla casa, ma purtroppo se lasciati semplicemente in un vaso con dell’acqua hanno una durata ancora più breve di quanta ne possano avere. Seguendo questi piccoli accorgimenti riuscirete a prolungare la vita dei vostri fiori.

I trucchi per conservare più a lungo i fiori tagliati sono davvero molti: si va dal pezzo di zucchero o dalla conegrina da aggiungere nell’acqua per far si che non marcisca e nutrire i fiori recisi, fino alla compressa di aspirina effervescente da far dissolvere appena prima di immergere il mazzo nell’acqua.

Esistono anche ricette quasi mediche, come quella che consiste nel somministrare ai fiori tagliati un infuso di digitale (lasciare in infusione 100 gr di foglie fresche in 150 gr di acqua bollente), o ancora, versare qualche goccia di acqua canforata (da acquistare in farmacia) nell’acqua distillata: questa ricetta del secolo scorso ha la proprietà di mantenere in vita i fiori recisi molto più a lungo del normale.

Se tutti questi trucchi non vi sembrano abbastanza seri, potete sempre acquistare un prodotto speciale, venduto dai fiorai, elaborato dai ricercatori, la cui composizione ha tutto ciò che serve per prolungare la vita dei fiori tagliati. E seguite anche questi pochi consigli. Ritagliate sempre gli steli dei vostri fiori (di preferenza in una bacinella piena d’acqua o sotto un rubinetto, per evitare che l’acqua penetri all’interno degli steli), e sfogliateli accuratamente: questo eviterà la decomposizione dell’acqua. Quando i fiori hanno degli steli legnosi, schiacciatene leggermente l’estremità. Non mettete i mazzi in una stanza troppo calda: è il sistema per abbreviarne la durata, e attenzione anche al sole dietro a un vetro, che rischia di far aprire i boccioli troppo velocemente.

Quando tagliate dei fiori selvatici e volete portarveli a casa, prendete qualche precauzione per non ritrovarvi un mucchio di fieno: non metteteli nel cofano o sul vetro posteriore dell’auto: arrostirebbero letteralmente. Munitevi di un grosso sacco di plastica, o in mancanza, di carta da giornale leggermente inumidita. Se vedete che i vostri fiori cominciano a prendere un’aria mogia, applicate questa ricetta d’urgenza che riuscirà senza dubbio a rianimarli: immergete i gambi per qualche secondo nell’acqua bollente. Ritagliate subito gli steli, poi rimettete i vostri fiori in un vaso pieno d’acqua fresca.

Lascia un commento