Browse Author: Giardino Fiorito

Come Eliminare Imperfezioni dalle Foto

Usando il noto software di editing è possibile correggere i leggeri difetti presenti nelle foto, con particolare riferimento a quei punti che creano piccole distorsioni di colore nelle superfici uniformi (es. cielo, mare, ombre ecc.). Le funzioni esaminate saranno lo “Zoom” e la “Clonazione”.

Perlustrare l’intera foto
Si utilizza lo zoom: da “View” clicca su “Zoom in”.
Consiglio di zoommare almeno al 200% per potere individuare meglio eventuali imperfezioni quali tracce di polvere, piccoli difetti o lievi striature dovute a una cattiva illuminazione, ombre o alla qualità della fotocamera utilizzata.

Impostazione della funzione “Clone”
Individuati i punti da correggere, seleziona il “Clone Stamp Tool”, occupandoti di stabilire il diametro di pennello necessario a coprire la parte d’immagine da correggere.
A volte può risultare utile regolare nuovamente la zoomata sulla porzione d’immagine da modificare.

Correzione o Clonazione
Nei pressi dell’imperfezione da eliminare, utilizza il tasto Alt, per stabilire colore e tonalità di partenza individuati da una croce e che permetterà la sostituzione dei pixel da correggere, utilizzando di volta in volta il tasto destro del mouse.
Eventuali errori di clonazione potranno essere corretti da “History”, tasto destro su Clone stamp e cliccando infine su Delete.

Come Eliminare Parti Inutili da un Video

Capita, a volte, di registrare filmati e che alcune parti non vengano bene e vogliamo eliminarle, oppure può capitare di registrare un film dalla TV e volerne poi eliminare la pubblicità. E’ possibile effettuare il tutto utilzzando l’utility VirtualDub, gratuita e molto completa. Vediamo, in questa breve guida, come procedere.

Se non hai ancora installato il programma VirtualDub nel tuo pc, procedi con il download e la successiva installazione direttamente dal sito.
Dopo pochi istanti avrai terminato il tutto.
Ti apparirà l’icona del programma sul desktop. Fai doppio clic su essa per avviarlo.

Dalla pagina principale, seleziona la voce di menù “File” e quindi “Open video file”.
Vai a selezionare, mediante la ricerca all’interno del tuo pc, il video di tuo interesse, e clicca quindi sulla voce “Apri”.
Vedrai cambiare la schermata principale di VirtualDub che adesso ti apparirà divisa in 2 sezioni.

In basso trovi una timeline, e scorrendo il cursore verso destra puoi scorrere il filmato stesso. Compi quest’operazione fino a trovare la prima sezione del filmato che vuoi ritagliare.
Una volta individuato il punto iniziale premi “Mark In”.
Allo stesso modo individua la parte dove termina la porzione da tagliare, e clicca su “Mark out”.

Prosegui cliccando su “canc” per eliminare la sezione compresa tra questi 2 punti appena selezionati.

Se vuoi procedere con la conversione del filmato, clicca la voce “Video” e quindi “Compression”, seleziona poi il codec relativo e conferma con “Ok”.

Procedi al salvataggio del filmato, cliccando dapprima sulla voce “File” e quindi su “Save as AVI”.
Una volta effettuato questo, il nuovo file è pronto per la scrittura su disco, per cui potrai utilizzare il tuo software di masterizzazione.

Come Creare un Portatovaglioli con Mollette di Legno

Con questa guida spiego come creare un originale portatovaglioli da mettere al centro tavola, utilizzando delle comuni mollette per il bucato. Carino da vedersi, potete farlo anche insieme a dei bambini come attività di gruppo, vista la semplicità con cui si può creare.

Per fare questi portatovaglioli non servono abilità particolari, basta solo fare attenzione a non attaccarsi tutte le dita con la colla, e maneggiare con cura la nostra creazione fino a quando la colla non si sarà asciugata e avrà fatto presa tra le singole aste delle mollette. Per questo motivo lo consiglio anche come attività per far divertire i bambini.

Per prima cosa prendi un foglio di giornale, o comunque qualcosa da usare per coprire il ripiano dove lavorerai in modo tale da non dove sporcare tutto con la colla. Adesso prendi le otto mollette di legno e rimuovi la molla centrale metallica in modo tale da separare le due aste della molletta; alla fine avrai a disposizione sedici aste.

Prendi 4 aste e disponile alternando le punte (punta grossa, poi punta sottile e di nuovo grossa etc) mettendo il lato della parte interna (quella dove stava la molla metallica) rivolta verso il basso; metti un poco di colla tra un’asta e l’altra e mettila da parte aspettando che la colla si asciughi.

Mentre aspetti che la base sia pronta, inizia a fare i due laterali. Per far ciò prendi 8 aste per lato e incollale come a formare un ventaglio, disponendole tutte dallo stesso lato come in foto:

Quando sia la base che i laterali saranno ben solidi, attaccali tra di loro regolando la posizione dei ventagli verso il lato esterno, come più piace a te. Una volta finito lascia riposare ancora un pò la colla e poi potrai usarlo, piegando un gruppetto di tovaglioli a metà da punta a punta e inserendoli appunto al centro del portatovaglioli!

Come Creare un Portavassoio

Ecco un’idea nuova per appendere il vassoio che, quando serve, è sempre troppo carico di piatti e bicchieri. In questo modo il vostro vassoio sarà pronto in qualsiasi momento, per servire l’aperitivo all’ospite inaspettato o il caffè ai vostri amici.

Occorrente
Panno o tela di canapa lunga cm 80 e larga cm 8
Ago e filo
Filo da ricamo moulinè di 2 colori
Anello da tenda

Taglia due strisce di panno o di tela di canapa lunghe cm 80 e larghe cm 8 e rifiniscile tutt’intorno con un fitto soprappunto (se usi le strisce di panno, puoi anche evitare la rifinitura perchè questo tipo di tessuto non si sfila). Ripiega un centimetro sui due lati lunghi e imbastisci l’orlo con il filo apposito.

Ora, con del mulinè messo doppio o del cotone del colore che preferisci, esegui due file di punto corallo, a mezzo centimetro dai bordi, cercando di prendere, nel fare il punto, anche la stoffa ripiegata nell’interno dell’orlo. Sulla metà della striscia che risulterà sul davanti del lavoro, disegna una serpentina da cui partono dei tralci fioriti. Serpentina, tralci e fiori sono a punto catenella; la striscia la disseminerai invece di puntini fatta a punto nodini.

Terminato il ricamo, prendi un anello da tenda abbastanza grosso, infilaci le due strisce e cucile dopo averle piegate a metà, in modo da avere due specie di bretelle e poterci infilare il vassoio. Naturalmente, prima di eseguire il lavoro, controlla che la lunghezza delle strisce sia sufficiente per il vassoio che intendi appendere.

Come Radersi con la Lametta

Siete tra i milioni di uomini che usano una lametta per compiere questo rito quotidiano davanti allo specchio? In questo caso, senza dubbio volete rendere questa esperienza il più possibile indolore, incruenta ed efficace. A tal proposito, forse troverete utili questi suggerimenti. È probabile che ne seguiate già alcuni. Comunque stiano le cose, buona rasatura!

L’unico sistema veramente efficace per ammorbidire la barba è applicarvi molta acqua calda. Se possibile, raditi dopo aver fatto la doccia, perché così l’acqua ha più tempo per esercitare la sua azione emolliente. Applica prodotti prebarba: Tutti i vari tipi di saponi, schiume, creme e gel svolgono essenzialmente tre funzioni. Mantengono i peli idratati, li mantengono eretti e lubrificano la pelle facilitando lo scorrimento del rasoio. Scegli il prodotto che funziona meglio nel tuo caso. A proposito, hai provato a usare il balsamo? Anch’esso ha una funzione emolliente.

Il rasoio deve essere affilato. Se non è affilato può danneggiare la pelle. Per scegliere la lametta giusta è possibile vedere questa guida su Barbaperfetta.net. Raditi nel verso della piegatura del pelo. Facendo il contropelo si ottiene una buona rasatura, ma se i peli vengono tagliati sotto il livello della pelle possono crescere nel tessuto circostante anziché fuoriuscire dal bulbo pilifero. Secondo alcune fonti, chi si rade male può andare incontro a infezioni virali che provocano verruche.

Ogni volta che ti radi elimini un microscopico strato di pelle, e la tua pelle diventa vulnerabile. È quindi importante sciacquarsi bene la faccia con acqua pulita, prima tiepida e poi fredda per chiudere i pori e mantenerla ben idratata. Se preferisci, puoi applicare una lozione dopobarba idratante per proteggere e tonificare la pelle.