Browse Author: admin

Cosa Vedere a Samo

Samo è una delle più interessanti isole del Mar Egeo, molto ammirata a partire dall’antichità. Risulta essere una delle mete greche preferite dai turisti tanto che è fondamentale prenotare con largo anticipo per non rimanere senza sistemazione. Presenta molte attrattive di diversa natura ma che mescolandosi tra loro la rendono davvero unica.

Ammira la meravigliosa cornice naturale dell’isola, caratterizzata da una splendida vegetazione e da spiagge da sogno che si aprono sull’azzurro del mare. La capitale di Samo, conosciuta anche come Vathi, riluce di bianche casupole sparse tra le verdi colline e un porto a forma di ferro di cavallo.

Visita la parte alta della città: il labirinto di vicoli stretti e ombrosi è un mondo a parte dalla confusione del porto sottostante (che ti consiglio di visitare di sera). Recati al Museo Archeologico, che possiede alcune delle più belle collezioni di offerte votive della Grecia e un kouros alto cinque metri (antica statua in marmo raffigurante un giovane).

A 22 chilometri a sud-ovest di Vathi, trovi il sito archeologico di Heraion che rispecchia in parte l’immagine dell’antica Samo. Nella parte a sud dell’isola trovi Pithagoria, l’antica capitale risalente nel VI secolo a.C, che oggi è diventata una città molto turistica. Le sue attrattive principali includono ciò che rimane dei bagni dell’ epoca romana e una sorprendente galleria di Efpalinion.

Come Rinforzare una Panchina

Spesso in un giardino non sono mai sufficienti i posti a sedere, o perchè gli ospiti che vi si presentano sono sempre più di quelli invitati. Ecco che ti sto per proporre una soluzione a questo problema: una panchina rustica, comoda per sedersi.

La panchina è stabilizzata ulteriormente dal bastone (o tondino) in ramin di rinforzo. In prossimità della base delle gambe pratica un foro passante del diametro di 4,5 centimetri, in cui inserirai il bastone. I due fori dovranno essere eseguiti con la sega a tazza montata sul trapano, si tratta di un lavoro che richiede attenzione.

Come fare il sedile e lo schienale di una panchina da giardino in legno
Questo perchè la misura del diametro deve essere precisa (altrimenti il bastone potrebbe ballare nella sede) e il foro deve essere eseguito in modo che risulti perfettamente perpendicolare al piano delle gambe. Per bloccare il bastone alle gambe, devi praticarvi 4 fori con il diametro di 8 millimetri.

In questi fori dovrai incastrare i tondini di faggio lunghi 7,5 centimetri opportunamente assottigliati con la carta vetrata. I doppi fori devono essere il più vicino possibile alle gambe della panchina e distare tra loro 3 centimetri circa, in modo che ogni coppia risulti a cavallo della gamba: più le spine forzano contro le gambe più la struttura risulta stabilizzata.

Cosa Vedere a Santorini

Santorini è l’isola vulcanica più estesa delle Cicladi. Il mare cristallino e le bellezze paesaggistiche ed architettoniche presenti fanno di quest’isola una meta per una vacanza anche di più settimane. Questa guida indica come visitare, in un giorno, le principali attrazioni che la località offre.

Dedica la mattinata alla visita di Fira, capitale dell’Isola. Puoi apprezzare lo stile tipico delle case dai muri bianchi e dalle cupole azzurre. Ammira il suggestivo paesaggio che si gode dalla cima della rupe. Se vuoi prendere qualche souvenir per ricordo i negozi locali vendono cartoline e piccoli quadri. Ti consiglio la visita del Museo Archeologico e del Museo Preistorico.

Dopo avere fatto una breve pausa in un bar o in un ristorante a Fira, prosegui a piedi o con i mezzi pubblici verso nord. Dopo un chilometro arrivi alla Piazza di Firostefani, pasino dal quale puoi avere una visione panoramica della Caldera.

Nel tardo pomeriggio recati presso la località di Oia, villaggio a nord dell’isola a 11 km da Fira. L’architettura che presentano le case è unica: esse infatti sono scavate nella lava. Prima di lasciare Oia, fa un giro attorno ai negozi, che propongono i prodotti dell’artigianato locale. Se hai del tempo a disposizione visita il Museo Navale.

Come Realizzare un Binocolo di Cartone in Casa

Per realizzare un creativo ed originale binocolo, utilizzando del cartone ondulato colorato e pochi altri supporti, vi consiglio di procurarvi i materiali necessari e leggere il semplice ed artistico procedimento tecnico, illustrato in questa guida. Con pochi gesti, otterrete un oggetto personale.

Occorrente
Due rotoli di carta igienica
Bottone colorato
Cartone ondulato colorato
Colla vinilica
Cordino colorato
Pennello
Colori acrilici
Taglierino
Forbici

Iniziate dipingendo i due rotoli di carta igienica con del colore acrilico a vostra scelta e fate asciugare bene il tutto. Nel frattempo, con l’aiuto di un paio di forbici, ritagliate due pezzi di cartoncino ondulato colorato, di circa 14 x 3 cm ed usando la colla.

A questo punto, tagliate un altra striscia di cartone ondulato, di circa 30 x 3 cm ed avvolgetela, in modo da unire i due rotoli di carta, incollandola ad un estremità con la colla vinilica. Quindi praticate una piccola incisione, col taglierino, al centro della striscia di cartone incollata, ed inserite all’interno del piccolo taglio,un bottone in tinta.

Per finire, dopo che avrete incollato con un po’ di colla vinilica, il bottone colorato, che fungerà da mirino del vostro oggetto, fate asciugare perfettamente. Infine,completate il vostro oggetto, incollando ai lati del vostro binocolo di carta, un cordino di seta colorato, della lunghezza che preferite.

Come Realizzare un Quadro con Decori di Foglie

Per creare un originalissimo e decorativo quadretto, fatto con variegate e colorate foglie pressate, vi consiglio di leggere le rapide istruzioni qui elencate. Si tratta di realizzare un fantasioso quadretto decorativo, composto da soggetti semplici e naturali, da appendere dove preferite.

Occorrente
Foglie pressate
Colori acrilici
Pennelli vari
Pannello di compensato
Colla
Forbici

Iniziate tamponando in modo uniforme, la superficie della vostra tavoletta di compensato, con un bell’azzurro acrilico e lasciate asciugare bene. Dopo di ciò, create una sorta di cornice colorata, sfumando i contorni con marroncino chiaro. Quindi una volta che lo sfondo e la cornice saranno asciutti, con la carta grafite e una matita, tracciate la sagoma di piccoli tronchi di alberello.

Proseguite dipingendo con l’acrilico marroncino i vari tronchi di alberello. Per fare le chiome dei vostri alberelli, usate diverse foglie pressate di vari colori sfumati, che dovete incollare con la colla universale, sopra i vari tronchi colorati in precedenza e lasciare asciugare bene. Intanto, decorate la cornice marroncina, incollando con un pizzico di colla vinilica delle foglioline pressate.

Per finire, completate il paesaggio del vostro quadretto, dipingendo i vari particolari, ombre e contorni degli alberelli, con dei colori acrilici in tinta più scuri, usando un pennellino sottile. Intanto, con l’acrilico bianco fate tante piccole nuvolette, sfumandole con un po’ di celeste, spargendole sopra gli alberelli di foglie. Infine, fissate sul retro un gancio, ed appendete il quadretto creato dove preferite.