Browse Category: Casa

Come Preparare la Mostarda Classica

La mostarda ha origini antichissime. I contadini, infatti, utilizzavano la frutta che si in eccedenza, o quella caduta acerba dagli alberi, per lo più pere e mele, per preparare un contorno che, con il suo sapore, vivacizzasse i soliti cibi giornalieri. Quasi tutte le regioni hanno la loro ricetta, ma vorrei ricordare almeno le tre per eccellenza: la cremonese, la veronese e la toscana.

Occorrente
Pere 2 frutti
Mele 2 frutti
Susine 3 frutti
Fichi acerbi 3 frutti
Albicocche 3 frutti
Pesche 2 frutti
Zucca
Scorza di arancia
Scorza di cedro
Zucchero 2 kg
Acqua 2 kg
Senape

Prendi mele, pere e zucca, puliscile e togli i loro semi all’interno, facendo attenzione a non tagliare la frutta in pezzi troppo piccoli; poi, prendi le pesche, le albicocche, le susine e tagliale a metà, poi, togli il nocciolo e lavale. Per finire, prendi i fichi e, a mio avviso, lasciali interi perché danno un bell’effetto finale.

Ora, passa alla preparazione dello sciroppo. Prendi l’acqua, lo zucchero e mettili in una casseruola sul fuoco a fiamma bassa mescolando di tanto in tanto, fino a che non viene fuori un composto omogeneo. Continuando a mescolare e tenendo sempre a fuoco basso, inizia a cuocere i vari tipi di frutta separatamente (mele con mele, pere con pere e così via), facendo attenzione a non cucinare troppo altrimenti. Il risultato finale sarà una pappetta.

Cotti tutti i frutti, prendi le bucce del cedro, dell’arancio e mettile nello sciroppo rimasto. Ora, in una terrina di vetro, unisci la frutta con lo sciroppo e mescola delicatamente. A questo punto, devi unire la senape e finisci di mescolare. Ti consiglio di non prendere una senape troppo forte, evitando anche di esagerare nelle quantità, altrimenti rischi di coprire tutto il sapore della frutta.

Ora, prendi un vaso di vetro abbastanza capiente, sterilizzalo (basta farlo bollire in acqua bollente per un paio di minuti) e versaci dentro la tua mostarda, facendo particolare attenzione a pulire il bordo del barattolo, in quanto, trattandosi di una preparazione altamente zuccherina, farai, in seguito, molta fatica ad aprire il coperchio. Una volta finito, puoi riporla in dispensa e, dopo circa un mese, la potrai gustare con della carne, del pesce e moti alti piatti.

Come Preparare Petto di Pollo con Olive Nere

Con questa guida, potrai imparare a fare un secondo piatto leggero. Un’idea molto gustosa per servire in modo raffinato e tradizionale il petto di pollo. Gli ingredienti inseriti in questa ricetta sono per circa quattro persone. Per preparare questa ricetta di alta cucina ti occorrerà un pò di pazienza.

Occorrente
4 fettine di petto di pollo
500 gr di pomodori pelati
4 uova
2 cipolle
100 gr di prosciutto cotto
50 gr di olive nere o verdi snocciolate
150 gr di mozzarella
1 spicchio di aglio
Mezzo bicchiere di vino bianco
Qualche foglia di basilico
1 foglia di alloro
20 gr di olio extravergine d’oliva
Sale e pepe
300 gr di crostini di pane

Preparate una taglia e rosolate velocemente i petti di pollo con un goccino d’olio. Appena sono rosolati, toglieteli la teglia dal fuoco. Unite le cipolle affettate finemente, aggiungete l’aglio schiacciato e aggiungete i pomodori pelati tagliati a pezzettini, aggiungete il sale e pepe e qualche foglia di basilico e un paio di foglie di alloro.

Mescolate il tutto e cuocete a fuoco molto basso fino a quando la salsa è quasi del tutto asciutta. A questo punto unite i petti di pollo, aggiungete il vino bianco e proseguite la cottura a fuoco sempre basso, finché la salsa si sia asciugata tutta. Toglietela dal fuoco e fatela riposare per alcuni minuti.

Aggiungete il prosciutto tagliato a striscioline e aggiungete le olive. Mescolate e con precauzione rompete le uova nella salsa, collocandoli sopra ad ogni fettina di petto di pollo. Aggiungete la mozzarella tagliata a piccoli pezzi. Mettete la teglia in forno, cuocete per circa 15 o 20 minuti a fuoco bassissimo. Servite con crostini caldi.

Come Preparare la Minestra Primavera

Oggi ti insegnerò a preparare una gustosa minestra di riso alla primavera, ricca di verdure, un alimento genuino e molto importante per il fabisogno nutrizionale giornaliero. Questo primo raccoglie l’importanza del riso e delle proteine delle verdure.

Occorrente
150 gr. di riso per minestre
250 gr. di asparagi
200 gr. di fagiolini
150 gr. di piselli fini surgelati
Una zucchina
Una patata
Maggiorana
Un cucchiaio di pesto
Olio extra vergine d’oliva
Grana grattugiato
Sale

Per prima cosa devi lavare bene gli asparagi, elimina la parte finale piu’ dura e taglia il resto a pezzetti. Pulisci i fagiolini eliminando le due estremità poi lavali e taglia anche questi a pezzetti. Spunta la zucchina e tagliale a dadini. Pela la patata, sciacquala e tagliala a tocchetti. Passa velocemente sotto l’acqua un rametto di maggiorana e stacca le foglioline.

Intanto porta a bollore un litro e mezzo di acqua salata e unisci tutte le verdure compreso i piselli surgelati, tieni da parte solo gli asparagi che necessitano di una cottura più breve che dovrai aggiungere al resto dopo circa mezz’ora. Prosegui la cottura ancora per 10 minuti infine aggiungi il riso e porta il tutto a cottura.

Alla fine devi togliere dal fuoco, aggiungi il pesto e dell’olio extravergine d’oliva, mescola, cospargi di grana grattugiato, impiatta il tutto e servi a tavola caldo. Non è necessario che aggiungi il pesto, ma è a discrezione tua, non a tutti piace, puoi servire anche senza, il piatto è comunque ottimo.

Come Preparare i Peperoni Ripieni con Gamberetti

Ecco un piatto ricavato da degli avanzi che si é rivelato un successone. Non saprei se definirlo un antipasto o un secondo piatto, certo è pesante. Lo puoi tranquillamente preparare prima, per poi mangiarlo il giorno dopo. Le dosi indicate sono per 4 persone.

Occorrente
2 peperoni rossi
200 gr di gamberetti in salamoia
4 cucchiai di maionese
1 cucchiaio di ketchup
1 cucchiaio di senape
Prezzemolo tritato
1 cucchiaino di salsa di soia
Capperi sotto sale
Olio al peperoncino
Qualche mestolo di acqua bollente

Preriscalda il forno a 20° gradi. Prendi i peperoni, lavali esternamente e tagliali di un terzo, nel senso della lunghezza. Conserva le parti tagliate. Togli ai peperoni la parte verde, i filamenti interni e i semini, stando attento a non romperli. Falli scolare leggermente, poi asciugali ed infornali per almeno 30 minuti, o finché non saranno cotti. Una volta cotti, mettili da parte a raffreddare.

Prendi i gamberetti e lasciali scolare in un setaccio. Nel frattempo, metti in una terrina la maionese, il ketchup e la senape e unisci il tutto. Aggiungici i gamberetti, mescolali bene con la salsa, poi copri la terrina con pellicola trasparente e riponila in frigo per circa 3 ore. Taglia gli avanzi dei peperoni a piccoli pezzi e mettili a cuocere in un pentolino con la salsa di soia, l’olio e i capperi sotto sale. Aggiungici dell’acqua bollente e fai bollire il tutto, fino a quando i peperoni non sono diventati teneri. Scola il tutto e fai raffreddare.

Prendi la terrina coi gamberetti. Mettici dentro i pezzi dei peperoni completamente freddi e il prezzemolo tritato. Amalgama il tutto con un cucchiaio. Prendi le calotte dei peperoni e, con l’aiuto di un cucchiaio, metti nell’incavo il composto di gamberetti e peperoni. Pareggia bene il ripieno. Se lo desideri, decora la superficie con prezzemolo tritato e servi a tavola.

Come Preparare Anticalcare in Case

In questa guida vi illustro come risulta essere possibile, anche a casa vostra, preparare un prodotto anticalcare per la lavatrice, in modo che non si rovini e per fare in modo che i vostri abiti siano sempre puliti e perfetti. Munitevi di bicarbonato e provate anche voi.

Prima di tutto sappiate che la lavatrice senza calcare evita rischi di rottura e di abiti rovinati, e per quanto i prodotti in commercio siano validi, in questa guida vi propongo dei trattamenti semplici da effettuare con materiali che avete sicuramente già in casa. Per liberare la lavatrice da incrostazioni di calcare, realizzate questo composto.

Mettete dentro la pallina per il bucato, un cucchiaio di bicarbonato di sodio, oppure della soda, insieme al vostro solito detersivo in polvere o liquido. Nel caso in cui preferite utilizzare il detersivo liquido, mettetelo direttamente nel cestello della lavatrice. Il bicarbonato è ottimo per la sua azione anticalcare. Inoltre aumenta il potere lavante del detersivo, e combatte i cattivi odori.

Oltre a questo trattamento vi consiglio di provare la seguente soluzione almeno due volte al mese. Mettete nella lavatrice, direttamente nel cestello, un litro di aceto bianco puro, e fate un ciclo a vuoto a 90 gradi. L’aceto combatterà i cattivi odori e rimuoverà i residui di detersivo. Allo stesso tempo consiglio di lavare spesso i vostri capi con l’aceto perchè li mantiene più nuovi e più a lungo.

Se volete utilizzare ingredienti naturali, potete seguire anche questa guida sull’ammorbidente fatto in casa su Casalingaperfetta.com per preparare questo prodotto senza doverlo comprare e ottenere quindi un risparmio.