Browse Category: Casa

Come Preparare Torta all’Amarena

Questa torta può essere realizzata anche con una confezione già pronta di pasta per dolci, a base di farina integrale. Naturalmente il gusto ne risentirà e mancherà, nella frolla confezionata, la farina di soia presente nella ricetta originale.

Occorrente
225 g di prugne tagliate a metà e private del nocciolo
3-4 mele tagliate a metà private del torsolo e tagliate a fettine
2-3 grosse banane mature sbucciate e affettate

Per la frolla
150 g di farina preferibilmente integrale
25 g di farina di soia
Una presa abbondante di sale macinato fresco
175 g di burro senza sale tagliato a pezzetti piccoli
2 tuorli
2 cucchiai di miele
Scorza di una piccola arancia grattugiata

Per la gelatina
4 cucchiai di sciroppo d’acero
25 g di burro
Una tazza di anacardi o di noci macadamia lievemente tostate e tritate grossolanamente
2 cucchiai di semi di sesamo lievemente tostati

Preparare la base, setacciate le farine e il sale in una terrina capiente, fate un buco nel centro e unite il burro a dadini. Amalgamate delicatamente. In una terrina più piccola sbattete i tuorli con il miele e 3 cucchiai d’acqua. Aggiungete la miscela alla farina insieme alla scorza d’arancia. Lavorate l’impasto con la punta delle dita fino a quando gli ingredienti saranno ben amalgamati (potrebbe essere necessaria dell’altra acqua).

Arrotolate la pasta in una palla e impastatela brevemente. Srotolatela su una superficie lievemente infarinata e rivestite una teglia per torta a fondo basso del diametro di 25 cm. Lasciate il resto della pasta in frigorifero. Preriscaldate il forno a 190 °C. Disponete la frutta sulla base realizzando dei cerchi concentrici a partire dal centro con le prugne a metà con la parte tagliata verso il basso poi la mela, quindi le banane all’esterno.

Cuocete nel forno per 20-30 minuti fino a quando i bordi della pasta saranno ben dorati e la frutta sarà morbita. Nel frattempo preparate la gelatina mescolando lo sciroppo d’acero e il burro in un pentolino. Appena comincia a bollire, smettete di mescolare e lasciatelo sobbollire fino a quando comincerà ad addensarsi. Togliete dal fuoco e immergete il pentolino in acqua fredda per arrestare il processo di cottura. Tenete in caldo. Quando togliete la torta dal forno versate la gelatina uniformemente sulla superficie e cospargete con i semi e la frutta secca tritata. Servite la torta tiepida.

Come Fare la Pasta Sfoglia

Tra gli impasti più conosciuti ma anche di più difficile realizzazione, la pasta sfoglia è largamente usata in cucina, sia versione dolce che salata, è un insieme equilibrato di farina e burro che insieme all’acqua e alle mani freddissime sono i segreti per un risultato davvero speciale.

La pasta sfoglia può essere preparata con dispositivi appositi, relativamente ai quali è possibile vedere questa guida sulle impastatrici, ma in questo articolo spieghiamo come fare la pasta sfoglia a mano.

Occorrente
500 gr di farina bianca
500 gr di burro
10 gr di sale fino

Poni la farina a fontana, metti al centro 2,5 decilitri di acqua, il sale e lavora brevemente fino a quando l’impasto sarà bene amalgamato. Fai un panetto, incidilo a croce sulla superficie perché perda l’elasticità, sistemalo in un contenitore infarinato, coprilo con un canovaccio e fallo riposare in luogo fresco per 30 minuti. Nel frattempo, lavora il burro dandogli la forma di un rettangolo. Avvolgilo in un foglio di pellicola trasparente e mettilo nella parte meno fredda del frigorifero.

Con un matterello stendi la pasta sulla spianatoia leggermente infarinata, dandole la forma di un quadrato di circa 30 centimetri di lato. Togli il burro dal frigorifero, mettilo tra 2 fogli di pellicola trasparente e battilo un poco con il matterello per ammorbidirlo e renderlo omogeneo; sistemalo quindi trasversalmente al centro della pasta. Ripiega sul burro al centro i 4 angoli della sfoglia in modo da racchiuderlo completamente. Infarina leggermente la spianatoia e tira la pasta, delicatamente e velocemente, fino a ottenere una striscia lunga circa 60 centimetri.

Ripiega la sfoglia in 3 parti (primo giro), rigirarla sull’altro lato e stendila ancora per 60 centimetri di lunghezza. Ripiegala ancora in tre parti (secondo giro) e avvolgila con un foglio di pellicola trasparente. Poni la pasta in frigorifero e falla riposare per un’ora. Ripeti ancora una volta le operazioni di impasto precedenti infarinando leggermente la spianatoia. Poni di nuovo la pasta sfoglia nel frigorifero e falla riposare per almeno 2 ore. Un’ora prima di utilizzarla, dai altri 2 giri alla pasta sfoglia.

Come Realizzare un Affresco

Il procedimento e l’esecuzione dell’affresco sono sorprendentemente semplici anche se richiedono notevole esperienza. Essi consistono essenzialmente nell’applicare dei pigmenti mischiati con acqua pura o acqua di calce su un intonaco umido composto di calce spenta e sabbia finissima.

Dopo aver preparato il muro come fondo per l’affresco, aspetta 15 minuti e disponi il bozzetto in un luogo ben visibile. Adesso disponi sulla superficie da dipingere il foglio di carta con il disegno ingrandito. Con uno spillo produci dei buchi lungo le linee del foglio dove vi è inciso il disegno.

Adesso con un colore neutro diluito passa il pennello sulle linee del disegno. Dipingi quindi le varie zone. Aggiungi dell’acqua di calce ai pigmenti che così risulteranno opachi. Se invece dell’effetto opaco vorrai ottenere un effetto acquerellato dovrai usare al posto dell’acqua di calce l’acqua pura.

Completa il tuo affresco aggiungendo progressivamente tutti gli altri colori. Devi ricordarti bene che i pigmenti, sull’intonaco, risultano molto più scuri quando sono bagnati, di quando invece sono asciutti. Una regola fondamentale per dipingere in affresco è quella di usare colori sciolti solo in acqua; la calce, unendosi ai colori, a contatto con l’atmosfera si prosciugherà e indurirà.

Come Rinforzare una Panchina

Spesso in un giardino non sono mai sufficienti i posti a sedere, o perchè gli ospiti che vi si presentano sono sempre più di quelli invitati. Ecco che ti sto per proporre una soluzione a questo problema: una panchina rustica, comoda per sedersi.

La panchina è stabilizzata ulteriormente dal bastone (o tondino) in ramin di rinforzo. In prossimità della base delle gambe pratica un foro passante del diametro di 4,5 centimetri, in cui inserirai il bastone. I due fori dovranno essere eseguiti con la sega a tazza montata sul trapano, si tratta di un lavoro che richiede attenzione.

Come fare il sedile e lo schienale di una panchina da giardino in legno
Questo perchè la misura del diametro deve essere precisa (altrimenti il bastone potrebbe ballare nella sede) e il foro deve essere eseguito in modo che risulti perfettamente perpendicolare al piano delle gambe. Per bloccare il bastone alle gambe, devi praticarvi 4 fori con il diametro di 8 millimetri.

In questi fori dovrai incastrare i tondini di faggio lunghi 7,5 centimetri opportunamente assottigliati con la carta vetrata. I doppi fori devono essere il più vicino possibile alle gambe della panchina e distare tra loro 3 centimetri circa, in modo che ogni coppia risulti a cavallo della gamba: più le spine forzano contro le gambe più la struttura risulta stabilizzata.

Come Realizzare un Binocolo di Cartone in Casa

Per realizzare un creativo ed originale binocolo, utilizzando del cartone ondulato colorato e pochi altri supporti, vi consiglio di procurarvi i materiali necessari e leggere il semplice ed artistico procedimento tecnico, illustrato in questa guida. Con pochi gesti, otterrete un oggetto personale.

Occorrente
Due rotoli di carta igienica
Bottone colorato
Cartone ondulato colorato
Colla vinilica
Cordino colorato
Pennello
Colori acrilici
Taglierino
Forbici

Iniziate dipingendo i due rotoli di carta igienica con del colore acrilico a vostra scelta e fate asciugare bene il tutto. Nel frattempo, con l’aiuto di un paio di forbici, ritagliate due pezzi di cartoncino ondulato colorato, di circa 14 x 3 cm ed usando la colla.

A questo punto, tagliate un altra striscia di cartone ondulato, di circa 30 x 3 cm ed avvolgetela, in modo da unire i due rotoli di carta, incollandola ad un estremità con la colla vinilica. Quindi praticate una piccola incisione, col taglierino, al centro della striscia di cartone incollata, ed inserite all’interno del piccolo taglio,un bottone in tinta.

Per finire, dopo che avrete incollato con un po’ di colla vinilica, il bottone colorato, che fungerà da mirino del vostro oggetto, fate asciugare perfettamente. Infine,completate il vostro oggetto, incollando ai lati del vostro binocolo di carta, un cordino di seta colorato, della lunghezza che preferite.