Browse Category: Casa

Come Preparare una Zuppa di Verdure Estive

La zuppa non è solo una prerogativa dell’inverno, anche se gustare un primo piatto fumante quando fuori è tutto gelido, a dire la verità è ancora più appagante. Tuttavia possiamo imparare dai cugini spagnoli, che di preparati a base di ortaggi freschi e stuzzicanti ne sanno qualcosa, vedi il golosissimo gazpacho, una zuppa fredda a base di verdure crude, molto apprezzata d’estate in regioni calde come l’Andalusia.

Oggi tuttavia vi propongo una versione italiana, anche perchè non tutti apprezzano il gusto forte e saporito del gazpacho, più adatto nel cuore dell’estate, quando le temperature sono molto elevate. Vediamo quindi una variante nostrana per una zuppa di verdure estiva, da consumare tiepida o fredda.

Gli ingredienti
3 cetrioli
2 zucchine
5 pomodori rossi succosi e maturi
sedano
una carota
300 gr fagiolini verdi
1 patata
1 scalogno
1 spicchio d’aglio
sale
olio extra vergine d’oliva
peperoncino
pepe verde
erba cipollina
basilico
1 ciuffo di prezzemolo
bruschettine o pane tostato a fettine
pecorino o parmigiano grattuggiato
peperoncino o paprika piccante

La preparazione
Lavate sotto acqua corrente tutte le verdure, tamponatele, e tagliatele tutte a cubetti più o meno delle stesse dimensioni. Tritate gli odori, scalogno e aglio, il sedano e le carote. Prendete una casseruola molto capiente, versatevi due cucchiai abbondanti di olio extra-vergine di oliva, portatelo a temperatura e poi mettete gli odori a soffriggere.

Aggiungete ora tutte le verdure e coprite con brodo vegetale fresco o acqua fino al bordo della pentola. Aggiungete foglioline di basilico fresco, un ciuffetto di prezzemolo tritato a dovete, erba cipollina tagliata fine, peperoncino a piacere, sale e pepe e lasciate cuocere il tutto a fuoco basso per quaranta minuti abbondanti.

In una zuppiera disponete sul fondo uno strato di bruschette di pane tostato strofinate con l’aglio, ancora più gustose. Versate qualche cucchiaio di verdure con un poco di brodo. Spolverate con pecorino fresco o parmigiano. Fate degli strati così, fino all’ultimo in cui date il tocco finale con abbondante parmigiano, basilico e prezzemolo tritati e un filo d’olio d’oliva a crudo.

Come Riconoscere un Diamante

Ecco una guida su come riconoscere un diamante di qualità attraverso le “4 c” cioè le quattro caratteristiche in base a cui si classifica a livello internazionale il valore di questa pietra.

Il diamante è la pietra preziosa più apprezzata di tutti i tempi ed utilizzata per la creazione di ogni tipo di gioiello, in abbinamento con l’oro giallo, l’oro bianco o il platino. Tra tutti spicca senza dubbio il solitario, simbolo d’amore regalato in occasione del fidanzamento.

Il mercato internazionale dei diamenti fa riferimento alle famose “4 c” per classificare e riconoscere una pietra di alta qualità da una con caratteristiche meno pregiate. Ecco queste 4 caratteristiche utili anche ai neofiti per farsi un’idea prima di acquistare un diamante.

Carat – il carato è l’unità di misura internazionale utilizzata per i diamanti ed in generale per tutti i preziosi. Per cui quanto maggiore è questo valore, tanto maggiore è la grandezza della gemma acquistata. Per dettagli sul valore è possibile vedere questa guida sul sito Pietrapreziosa.net.

Clarity – la purezza è la caratteristica che rende i diamanti più rari e preziosi. Per purezza si intende la minore e maggiore presenza di piccole inclusioni, cioè microcristalli interni, nonchè il loro numero e colore.

Colour – il diamente perfetto, e rarissimo, ha totale assenza di colore. Nella scala internazione, si indica con le lettere dalla d alla h i diamanti incolori, con le lettere dalla i alla l quelli con una lieve colorazione, con le lettere dalla m alla z, infine, quelli con una colorazione più marcata.

Cut – il taglio, vale a dire l’opera artigianale effettuata dall’uomo sulla pietra, è l’ultima caratteristica a determinare il valore di un diamante. Ecco perchè solo pochi esperti al mondo possono vantare di essere abili tagliatori di diamanti.

Come Preparare Tortellini con Noci e Ricotta

La ricetta che andiamo a vedere oggi riguarda la preparazione di un primo piatto vegetariano davvero sfizioso e semplice da preparare: Tortellini con ricotta e noci, perfetto sia per una cena informale che in occasione di un incontro tra amici.

Per ottenere una migliore resa di questa ricetta, vi consiglio di realizzare i tortellini fatti in casa, oppure acquistati presso un artigiano della pasta; per quel che riguarda il condimento, invece, ho preferito dargli un tocco intenso con la ricotta affumicata.

Ingredienti
tortellini di spinaci, 200gr
ricotta affumicata
gherigli di noci, una manciata
burro, una noce
salvia, 4 foglie

Tempo di preparazione: 10 minuti

Preparazione
Iniziamo la nostra ricetta partendo dai tortellini: metteteli a cuocere in una pentola dai bordi alti con abbondante acqua salata; quando avranno raggiunto la cottura desiderata, toglieteli dal fuoco e scolateli per bene.

Nel frattempo, procedete con la preparazione del sughetto di condimento: prendete una padella piuttosto capiente e mettetevi all’interno una noce di burro, che farete sciogliere insieme a delle foglie di salvia precedentemente lavate.

Quando il burro si sarà liquefatto, aggiungete anche i gherigli di noce tritati finemente, che farete rosolare per qualche minuto, finché non iniziano a prendere il colore della cottura, quindi spegnete il fuoco.

Quando i tortellini saranno cotti, trasferiteli nella padella con le noci e spadellate il tutto per un paio di minuti; aggiustate eventualmente con un pizzico di sale e pepe e ricoprite con una generosa spolverata di ricotta affumicata. Servite subito, ancora caldo.

Come Preparare Sformato di Spinaci e Ricotta

Se avete voglia di preparare un contorno di verdure saporito e facilissimo da preparare, ecco a voi un’idea davvero sfiziosa: lo Sformato di spinaci e ricotta, perfetto per essere proposto sia come antipasto che come secondo piatto.

Per ottenere una ricetta più saporita, è preferibile utilizzare ingredienti molto freschi: acquistate, quindi, gli spinaci in foglia ancora freschi e la ricotta di pecora meglio se appena fatta.

Ingredienti
spinaci, 800gr
ricotta fresca, 200gr
parmigiano grattugiato
burro, una noce
uova, 4
sale, pepe

Tempo di preparazione: 30 minuti

Preparazione
Iniziamo la nostra ricetta partendo dagli ortaggi: prendete gli spinaci e metteteli a cuocere all’interno di una casseruola dai brodi alti colma di acqua bollente; quando si saranno ben ammorbiditi, toglieteli dalla cottura e strizzateli per bene, in modo da privarli del maggior contenuto di acqua possibile.

Riponeteli poi all’interno di una ciotola in vetro e iniziate a lavorarli con la ricotta ed un paio di uova; aggiustate con un pizzico di sale e pepe e mescolate fino a formare un impasto abbastanza omogeneo.

Prendete ora due cocottine, che vi serviranno come recipienti dove cuocere le vostre creazioni: imburratene i bordi e riempiteli fino ad un centimetro dal bordo dell’impasto appena preparato.

Ricoprite il tutto con una spolverata generosa di parmigiano grattugiato e aprite un uovo, facendo attenzione a fare in modo che il bianco copra tutta la superficie, mentre il rosso rimanga intatto. Mettete poi a cuocere nel forno a 180° per circa 15 minuti: quando vedete che nella superficie si forma una crosticina dorata, vuol dire che i vostri sformati sono pronti per essere gustati.

Come Preparare Insalata di Spinaci e Melograno

La ricetta che andiamo a vedere oggi riguarda la preparazione di un piatto unico fresco e leggero, che può essere presentato anche come contorno di verdure o antipasto: l’Insalata di spinaci e melograno con noci e pecorino.

Per la realizzazione di questa ricetta è indispensabile l’utilizzo di melograni freschi, meglio se maturi, in modo che acquisisca un sapore più dolce; per quanto riguarda gli spinaci, invece, ho preferito scegliere la varietà novella e lasciarli crudi.

Ingredienti
spinaci novelli, 400gr
melograno, 2
pecorino in scaglie, 2 cucchiai
noci, due manciate
sale, pepe, olio

Tempo di preparazione: 10 minuti

Preparazione
Iniziamo la nostra ricetta partendo dalla pulizia degli spinaci: metteteli in ammollo per qualche minuto in una bacinella colma di acqua corrente, quindi strizzateli per bene (oppure fateli asciugare nella centrifuga dell’insalata).

Procedete ora con la preparazione del melograno: togliete la buccia ai frutti e separate i grani dal resto; una volta pronti, sciacquateli sotto un getto di acqua corrente in modo molto delicato e poi asciugateli con un panno pulito.

All’interno di un piatto da portata versate gli spinaci novelli crudi, i chicchi di melograno e i gherigli di noci, che avrete precedentemente tritato in pezzettoni. Ultimate la preparazione del piatto completando con un pizzico di sale e pepe ed un filo di olio.

Ricoprite infine il tutto con un paio di cucchiai di pecorino in scaglie. Se vi piace, potete condire la vostra insalata anche con un filo di aceto balsamico e accompagnare il tutto con delle fettine di pane casereccio tostato.